Il futuro è nella realtà virtuale?

By Grafiche Passart,

  Filed under: Tecnologia

Realtà Virtuale Mark Zuckenberg

“La realtà virtuale è pronta per entrare nelle nostre vite.”

È questa la frase pronunciata a Barcellona dal creatore di Facebook, Mark Zuckerberg, durante il convegno “Samsung Unpacked”, nel quale la nota azienda coreana ha presentato i nuovi smartphone top di gamma Samsung Galaxy S7 e S7 Edge. Prima del convegno, al pubblico sono stati dati da indossare dei visori per la realtà virtuale. Indossati e accesi i visori, Zuckerberg ha iniziato a camminare tra il pubblico, che in quel momento era concentrato sulla realtà virtuale e perciò era ignaro di avere il creatore di Facebook a meno di un metro di distanza.

Zuckerberg ha parlato di come la realtà virtuale sarà il prossimo inevitabile passo della tecnologia: ognuno potrà condividere la realtà così come l’ha vissuta, e la stessa realtà virtuale potrà diventare “la più social di tutte le piattaforme”, anche se allo stato attuale è vista come un’evoluzione dell’esperienza videoludica.

Per incentivarne la diffusione (che è chiaramente la chiave del successo di questa rivoluzione della realtà), Samsung offre un Gear VR (un visore) in omaggio per ogni ordine di Galaxy S7. L’opinione pubblica, in merito, è divisa: la foto di Mark Zuckerberg che cammina tra il pubblico inconsapevole ha suscitato anche pareri negativi, convinti che dispositivi come i visori finiranno col creare una massa di persone ignare di ciò che accade attorno, “stordite” e rapite da questi visori. Niente di tutto ciò, smentisce il creatore di Facebook nel suo discorso: lo scopo è trovare un nuovo modo di comunicare e condividere esperienze. Come “la possibilità, per amici che vivono in differenti parti del mondo, di trascorrere del tempo assieme, come se fossero davvero vicini”.

(Fonte: Wired)

La proposta di LG

Lg 360 VR

Samsung non è l’unica azienda ad investire verso questo campo. LG, dopo l’annuncio di LG G5 al Mobile World Congress 2016, ha annunciato “LG 360 VR”, un dispositivo per la realtà virtuale simile a Samsung Gear VR che richiederà uno smartphone per funzionare. La differenza la fa il modo in cui visore e smartphone dialogano: il dispositivo LG viene collegato al telefonino con un cavo USB-C, mentre in quello di Samsung lo smartphone viene inserito direttamente (ciò che si vede con il visore è di fatto lo schermo del telefono).

Le specifiche di questo prototipo sono ancora tenute nascoste, ma ciò che si sa è che il display avrà una risoluzione di 639 PPI e che sarà compatibile con tutte le immagini e i video a 360° gradi, inclusi tutti i contenuti  di Google Cardboard.

L’idea di Fox Sports

realtà-virtuale-grande

Anche i produttori di trasmissioni televisive sportive giocano un ruolo fondamentale in questa gara: il loro interesse è quello di rinnovarsi costantemente, cercando nuovi modi per intrattenere il pubblico. Fox Sports ha deciso di tentare il salto di qualità attraverso l’uso di visori per la realtà virtuale durante gli eventi sportivi. Brad Allen, amministratore delegato di NextVR (la società che fornisce i visori a Fox) ha dichiarato:

“Abbiamo lavorato per più di un anno con Fox Sports per testare la programmazione della realtà virtuale in diretta per far vivere questa esperienza in quanti più sport possibili. Questo accordo globale è la prova che la nostra tecnologia offre un’opzione interessante e convincente per assistere ai principali eventi sportivi sfruttando le potenzialità della realtà virtuale”.

Così, chiunque possieda gli occhiali per la realtà virtuale Samsung Gear VR potrà vivere in diretta lo sport come se si trovasse all’interno dell’azione, con immagini ad alta definizione e in 3D. Eric Shanks (presidente e direttore delle operazioni di Fox Sports) ha sottolineato quanto l’innovazione sia importante per lui e la sua azienda:

La realtà virtuale è la prossima grande frontiera per generare esperienze coinvolgenti per gli appassionati. La tecnologia sta cambiando rapidamente e questo accordo raggiunto con NextVR ci consente di trovarci in prima linea anche negli anni a venire”.

L’iniziativa coinvolgerà presto non solo gli Stati Uniti, ma anche l’Italia: durante il match di Serie A Inter – Sampdoria, i giocatori ospiti indossavano una maglia che sponsorizzava questo nuovo modo di vivere lo sport (tramite l’hashtag #TheNextGalaxy), oltre al visore indossato durante l’ingresso in campo; anche Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, ha seguito il match attraverso il visore.

(Fonte: Calcio e Finanza)

Mattel e il suo nuovo View-Master

Viewmaster 2.0

Qualcuno ricorda il “View-Master”? Probabilmente, i più lo ricordano come un giocattolo, quando in realtà era nato come un semplice visore di immagini. Ora, Mattel e Google stanno collaborando per creare un nuovo modello di View-Master: View-Master 2.0, un visore per la realtà virtuale accessibile, che costerà appena 40 dollari. Il visore potrà essere collegato ad uno smartphone Android per ottenere un’esperienza d’uso ancora più realistica. È possibile collegare il jack audio delle cuffie, il visore regolabile assicura la compatibilità con ogni modello di smartphone e la regolazione per la messa a fuoco servirà a fornire immagini sempre nitide e definite.

Google sta inoltre considerando l’ipotesi di usare i sistemi di realtà virtuale per l’educazione tramite un programma chiamato Expeditions, che offre ad alunni ed insegnanti nuovi modi per svolgere il loro lavoro attraverso i sistemi VR.

(Fonte: Webnews)