7 consigli alle PMI per creare contenuti web che funzionano!

By Grafiche Passart,

  Filed under: Comunicati Aziendali

creare-contenuti-web

Come puoi gestire i contenuti per il sito web o per il blog aziendale della tua PMI (piccola e media impresa)? Come puoi cioè riuscire a creare progetti online della tua azienda? È molto importante che tu riesca a creare contenuti di valore per il tuo target di consumatori, poiché è proprio attraverso la creazione di contenuti di qualità che puoi trovare nuovi clienti.

Pubblicare contenuti web di scarso valore e con una frequenza blanda non è più sufficiente. Negli Anni Novanta la novità di Internet era talmente forte da mettere in secondo piano l’importanza dei contenuti. Ma oggi come oggi bisogna agire diversamente: per guadagnarsi visibilità e autorevolezza sul web serve puntare in modo serio sui contenuti.

1. La strategia dei contenuti è fondamentale

L’unico modo di pianificare un successo è studiare una strategia, applicarla attraverso le tattiche più funzionali e fare il lavoro di tipo operativo con le tecniche adeguate. Dunque, il primo passo è sempre la strategia. La strategia dei contenuti ti dice qual è la direzione che devi prendere per arrivare a centrare i tuoi obiettivi in rete. Senza una pianificazione dei contenuti, sei costretto all’improvvisazione totale, sei cioè nelle mani del caso.

2. Pubblicare contenuti regolarmente

Per ottenere dalla tua presenza sul web i risultati che hai pianificato, devi pubblicare regolarmente. Nulla succede per caso, e questo vale anche per il web: se pubblichi con costanza, sarai premiato. In effetti, nessun progetto di business online ha mai ottenuto un successo notevole dopo aver pubblicato solo una manciata di contenuti. È la perseveranza che conduce la tua azienda al risultato.

3. Pubblicare contenuti di qualità, non pubblicità mascherata da contenuto

I potenziali clienti della tua PMI non vogliono sentirsi presi in giro. Non vogliono cioè leggere contenuti web che siano una banale pubblicità mascherata (magari anche male) da contenuto utile. Vogliono anzi leggere contenuti che gli risolvano realmente dei problemi. Vogliono cioè leggere i cosiddetti contenuti di qualità. Pertanto, ricorda che sul sito web della tua PMI e sul suo blog devi pubblicare soltanto contenuto di grande valore, cioè contenuto pertinente e utile.

4. Creare contenuti visual

Per centrare gli obiettivi pianificati per il tuo marketing online immagini, infografiche, tabelle e qualsiasi contenuto che possa rientrare nella galassia del visual si rivelano molto utili per trasmettere messaggi e concetti della tua PMI. Le parole sono potenti, ma le immagini lo sono ancora di più, perché sono più immediate delle parole.

5. Creare contenuti video

Mai sentito parlare di video marketing? I video sono infatti ancor più immediati delle parole e delle immagini, perché uniscono le une e le altre e sono molti comodi da fruire, dato che richiedono un livello basso di sforzo rispetto alla lettura.

6. Riciclare i vecchi contenuti web che hanno funzionato

Hai pubblicato un post sul tuo blog aziendale e ha avuto un buon gradimento? Anche se è passato del tempo dalla sua pubblicazione, puoi condividerlo nuovamente dai profili social della tua azienda. Puoi anche fare una cosa diversa. Per esempio, se hai scritto un certo numero di post che trattano uno stesso argomento, puoi pensare di organizzarli in un post che li raggruppi. In altre parole: puoi creare un post che costituisca un elenco di risorse. Le persone amano i contenuti che raggruppano risorse, cioè i contenuti che danno una visione esaustiva, a mo’ di guida completa, su un tema specifico.

7. Monitorare i progressi della propria content strategy

Come puoi accorgerti se la tua strategia online è proficua oppure no? A questa domanda esiste una sola risposta: devi misurare i risultati delle tue azioni di sul web. Ti sembrerà strano, ma fidati che è così: la gran parte delle PMI presenti in rete fatica a capire l’importanza di un monitoraggio continuo e oggettivo dei propri risultati. Eppure misurare è proprio fondamentale! Se non leggi i dati statistici, come farai a sapere se la direzione lungo cui ti muovi è quella giusta oppure devi correggere il tiro?

 

(fonte: Comunicare sul web)